Comacchio: La scuola riparte in sicurezza

La riapertura dell’anno scolastico si avvicina e il Comune di Comacchio e gli Istituti comprensivi, fin dai mesi estivi, hanno fattivamente collaborato per riaprire le strutture scolastiche e per avviare i servizi necessari in sicurezza per tutte le scuole: da quelle dell’infanzia alle secondarie verranno garantite lezioni in presenza e in aula. Tuttavia per quanto riguarda la Scuola Materna di Lido degli Estensi l’inizio delle attività slitterà a causa dei lavori di adeguamento che la Provincia di Ferrara sta eseguendo negli spazi scolastici.

Le iscrizioni negli istituti di ogni ordine e grado del Comune di Comacchio sfiorano complessivamente le 2.000 unità: Istituto Comprensivo di Comacchio con i suoi 660 studenti (scuola infanzia 72, scuola primaria 278, scuola secondaria di primo grado 310), l’Istituto comprensivo di Porto Garibaldi annovera 640 iscritti (scuola infanzia 71, scuola primaria 300, scuola secondaria di primo grado 269) e l’Istituto superiore Remo Brindisi di Lido degli Estensi 619 iscritti. Per i piccoli delle scuole materne e dei nidi i conti si faranno invece nelle prossime settimane.

Con l’attivazione nei vari plessi di nuove entrate, per gestire al meglio l’ingresso degli studenti, sono stati così evitati gli ingressi scaglionati. Tutti gli studenti entreranno ed usciranno alla stessa ora in modo ordinato e sicuro. Le operazioni saranno garantite e presidiate da personale ATA aggiuntivo assegnato agli istituti.

Inoltre l’indirizzo musicale della scuola secondaria di primo grado “A. Zappata” fruirà delle aule messe a disposizione dalla Scuola di musica comunale.

Nonostante il significativo incremento dei costi, le tariffe di accesso ai servizi non subiranno aumenti.

Confermati i servizi di prescuola con modalità organizzative attinenti ai protocolli di sicurezza: le famiglie potranno quindi contare su questo indispensabile supporto.

Garantito inoltre il servizio di mensa scolastica, per gli studenti delle scuole primari e dell’infanzia, con la drastica revisione delle modalità di somministrazione dei pasti in attuazione delle nuove linee guida di prevenzione, attraverso una turnazione.

All’Istituto Superiore di secondo grado Remo Brindisi sono in fase di ultimazione i lavori di adeguamento realizzati dalla Provincia di Ferrara sull’intero edificio scolastico. Anche qui lezioni in presenza e ingressi degli studenti non saranno scaglionati, infatti l’Istituto ha attivato 5 ingressi destinati alla popolazione scolastica.

Sono pronti a partire in sicurezza anche i nidi comunali d’infanzia La Gabbianella e Il Giglio. Al fine di adottare le massime misure di tutela per bambini ed educatori è stato siglato un protocollo d’intesa fra il Comune, il gestore dei servizi educativi ed i sindacati, con l’assenso del Servizio pediatria di Comunità dell’ASL di Ferrara, che introduce misure cautelari aggiuntive rispetto a quelle, già stringenti, previste dai protocolli di sicurezza nazionali e regionali. Inoltre il Comune di Comacchio ha aderito al progetto regionale “al nido con la regione“ che prevede l’abbattimento delle rette dei nidi d’infanzia.

Anche il doposcuola “non solo compiti” aprirà i battenti a partire dal 1° ottobre 2020 rivolto agli studenti delle scuole di 1^ grado.

Il servizio di inclusione scolastica per gli studenti con disabilità garantirà un servizio di sostegno comunale integrativo a quello statale a partire dai servizi per l’infanzia fino alle scuole secondarie di 2^ grado oltre che al doposcuola.

L’impegno del Comune lagunare si è quindi esteso al reperimento delle risorse necessarie alla ripartenza.

L’incremento dei costi per la mensa scolastica è pari a circa 30 mila euro per il periodo settembre- dicembre 2020;

La gestione annuale dei nidi sarà a sua volta incrementata di circa 45.000 euro.

L’incremento dei costi per il servizio d’inclusione scolastica è pari a circa 35.000 euro.

I costi correlati agli interventi strutturali e all’acquisto di arredi assommano a circa 50.000 ero.

Nessun onere aggiuntivo è previsto per le famiglie che, per il primo quadrimestre dell’anno scolastico, infatti non sosterranno alcun costo per il trasporto scolastico a seguito dell’azzeramento della tariffa deliberato dal Comune di Comacchio.

42