Le Torri di Verdeta – San Prospero (Mo)

San Prospero è un Comune sito in provincia di Modena le cui terre sono state possedimento di una delle più antiche famiglie modenesi, i Castelvetri (Conti e Marchesi). Essi sin dal XIV secolo ebbero un ruolo politico nel governo del capoluogo molto importante; diede alla luce uomini importanti di lettere e d’arme.

Nelle campagne attorno a questo paese, vicino al paese di San Pietro in Elda, si trova un edificio chiamato ‘Torri di Verdeta’ ma conosciuto anche con il nome di ‘Torrioni’.
L’origine di questo edificio è della prima metà del XVI secolo, si tratta di uno stabile a pianta centrale realizzato su disegni dell’architetto Sesastre Castaldi. Poco distante si trova una corte rurale eretta nel XVIII secolo e denominata Corte Verdeta che fu proprietà del Duca di Modena Francesco IV d’Este. Li accanto, sorge un oratorio dedicato a San Gaetano del 1771.

L’edificio fu della famiglia Castaldi, poi dei Cantuti Castelvetri a cui appartieme lo stemma araldico marmoreo che si trova sullo stabile. Divenne poi del Duca di Modena il quale era proprietario della frazione in cui si trova ‘il Torrione’ un tempo chiamata ‘Verdeta’.
Dal 1737 questa villa entrò nelle proprietà famigliari dei Sassi e poi per linea di eredità, nel 1832 al marchese Giacomo Munarini.

Nei secoli, le Torri di Verdeta hanno avuto diverse funzioni, da torri di vedetta, quindi un uso militare a quella di magazzino per granaglie.
Recentemente l’edificio è stato utilizzato come deposito agricolo e dopo il sisma del 2012 è stato abbandonato ed oggi è in totale abbandono.

99